i VerdiLiberali vogliono il referendum contro i Gripen

Leave a comment

I verdi liberali non hanno comprensione per l’approvazione da parte del Consiglio Nazionale sull’acquisto degli aerei da combattimento Gripen.
A parere dei verdi liberali prima dell’acquisto deve essere definito in modo chiaro l’incarico dell’esercito ed in particolare il ruolo dell’aviazione militare. Questo chiarimento l’esercito lo deve da anni. Per questa ragione l’esercito si basa parzialmente su concetti di sicurezza antiquati.
Inoltre l’acquisto di nuovi aerei da combattimento è ad oggi privo di ogni criterio politico finanziario, dato che vincola a lungo termine miliardi di franchi dei contribuenti che potrebbero venire meglio investiti in altri settori.
Come già tempestivamente annunciato il gruppo parlamentare verdi liberali sostengono il referendum contro l’acquisto dei Gri-pen.

Roland Fischer (Consigliere Nazionale verdi liberali LU): “Proporremo alla nostra base di partito un referendum. A fianco della soppressione dell’esercito è assolutamente necessario anche un comitato liberale di referendum che eviti l’acquisto, politicamente e finanziariamente insensato, ed inutile per la politica della sicurezza dei Gripen.

Beat Flach (Consigliere Nazionale verdi liberali AG): ”Non appena si tratta di aerei da combattimento, i partiti tradizionali
borghesi perdono ogni buonsenso sulla politica finanziaria. Considerati gli scarsi mezzi finanziari è necessario che l’esercito stabilisca chiare priorità. Non c’è nessuna urgenza per l’acquisto di nuovi aerei da combattimento. L’aviazione militare esistente è sufficiente per l’adempimento dei compiti di polizia aerea ad oggi necessari.


Scarica il documento


««« back to home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.