Elezioni comunali: Verdi Liberali fanno lista comune con il PPD

Leave a comment



Articolo ripreso da La Regione Ticino del 15.01.’16


Votate le liste e l’alleanza con i Verdi liberali. Lascia il capogruppo in Consiglio comunale
Il Ppd? ‘Un passo avanti’
di Alfonso Reggiani


ElezioniComunali2016



Ben saldi sulle proprie radici, i popolari democratici guardano ad aprile convinti dei propri mezzi e sono contro la politica gridata
Un passo avanti: è quello che vuole il Ppd Generazione giovani assieme ai Verdi liberali alle elezioni comunali di aprile. Per consolidare la propria posizione in città all’insegna del rinnovamento e confermare la crescita di consensi ottenuta alle Federali dello scorso ottobre. E ieri l’assemblea della sezione di Lugano ha ratificato le proposte della Commissione cerca presieduta dal capogruppo in Cc Lorenzo Jelmini che non solleciterà un nuovo mandato, le liste e il programma di legislatura in un capannone di Pregassona gremito che trasudava entusiasmo.
Con il consigliere di Stato Paolo Beltraminelli, che ha sottolineato l’esigenza di avere interlocutori popolari a Palazzo Civico, a condurre le danze, sono intervenuti anche il coordinatore del Ppd cantonale e consigliere agli Stati Filippo Lombardi, il presidente distrettuale Daniele Intraina e il presidente sezionale Angelo Petralli. Non sono mancati momenti di rammarico per l’uscita di scena di quattro consiglieri comunali storici: Simonetta Perucchi Borsa, Maddalena Ermotti Lepori, Francesco Beltraminelli e il capogruppo in Cc Lorenzo Jelmini che lascia per dedicarsi completamente all’attività di deputato in Gran Consiglio. Era dunque inevitabile il rinnovamento che si vede bene nella composizione delle liste per il Municipio (cfr. infografia accanto) e per il Consiglio comunale (di seguito). L’assemblea ha inoltre votato, con 124 favorevoli e 5 contrari, la deroga prevista dallo Statuto per la candidatura a un quarto mandato di Michel Tricarico che sarà il prossimo primo cittadino di Lugano. Pure accolta la lista unica con i Verdi liberali (130 sì, 3 no e 1 astenuto), un’alleanza giustificata dalla sintonia (al 90-95%) sui temi comunali. Alleanza peraltro che ha già dato buoni frutti alle recenti elezioni federali.
Secondo Lorenzo Jelmini, «abbiamo raggiunto il nostro primo obbiettivo, quello di preparare una lista di sette persone, tutte in grado di lavorare in Municipio. Una lista in cui le sei persone in lizza per l’esecutivo cittadino hanno accettato la proposta di accompagnare Angelo Jelmini quale capolista. Il nostro partito, a differenza di altri, non è incollato alla cadrega e sa proporre un ricambio continuo con giovani validissimi». E sono davvero numerosi i volti nuovi che hanno accettato di mettersi in gioco per trasformarsi da oggetti della politica a soggetti attivi che vogliono partecipare alle decisioni fondamentali che interessano la collettività. Diversi i candidati giovani. Tanto che nella mattinata di sabato 23 gennaio a Sementina il partito proporrà loro una formazione sul Comune. Via libera da parte dell’assemblea anche al programma per la prossima legislatura allestito da Benedetta Bianchetti (che presto apparirà su www.ppd-lugano.ch ).
Approvata pure la lista parziale per il Consiglio comunale: Giovanni Albertini; Mario Balmelli; Christian Barelli; Lorenzo Beretta Piccoli; Sara Beretta Piccoli; Angelo Bernasconi; Benedetta Bianchetti; Roberta Boga Bonesio; Armando Boneff; Rosanna Brianza (Verdi liberali); Agustina Bruni; Curzio Cambrosio; Luca Campana; Stefano Capuano; Michele Codella; Rosanna Colombo; Federica Colombo Mattei; Anna Conciatore; Paola Degiorgi Terabuso; Raffaele De Tata; Luciano Ferrari; Umberto Gatti; Claudio Giambonini; Davide Giampani; Giuseppe Gianella; Naim Gösteris; Heiter Matteus; Stefan Ilic; Valentina Jovcic; Luca Lorenzetti; Rodolfo Magno; Michele Malfanti; Elena Mancini; Sara Marielli; Franco Marinotti (Verdi liberali); Giovanni Pedrozzi; Angelo Petralli; Nicolao Pifferini; Stefania Poggiati Longoni; Christian Porro; Valeria Rimoldi Butti; Pedro Rodriguez Anton; Simone Schmid; Nicola Skory; Giorgio Soncini; Dalibor Stefanovic; Michel Tricarico; Jody Trinkler; Davide Tunesi e Antonella Veronesi Gaglio.
Lorenzo Jelmini: ‘Tutte le sette persone che abbiamo scelto possono lavorare senza problemi nell’esecutivo’




Articolo ripreso dal Corriere del Ticino del 15.01.’16


PPD Gli azzurri sono concentrati sulla difesa
Lista per il Municipio con Jelmini, Albertini, Beretta Piccoli, Bianchetti, Colombo, Malfanti e Marinotti Approvata in assemblea l’alleanza con i Verdi liberali – L’obiettivo è la conferma del seggio nell’Esecutivo
giuliano gasperi


ElezioniComunali2015Cdt
Tutti attorno ad Angelo Jelmini. Con l’approvazione delle liste nell’assemblea di ieri al Capannone delle feste di Pregassona, il PPD di Lugano comincia ufficialmente il suo viaggio verso le elezioni comunali d’aprile e verso il raggiungimento del suo obiettivo principale: la conferma del seggio in Municipio. La lista per l’Esecutivo è costruita attorno all’uscente Angelo Jelmini – a differenza per esempio di quanto accaduto a sinistra, dove Cristina Zanini Barzaghi dovrà fare i conti con un «lupo di mare» come Jacques Ducry – e comprende Giovanni Albertini (1986, fisioterapista), Sara Beretta Piccoli (1971, igienista dentale), Benedetta Bianchetti (1978, avvocato), Federica Colombo Mattei (1962, architetto), Michele Malfanti (1972, architetto) e Franco Marinotti (1953, imprenditore) dei Verdi liberali, assieme i quali il PPD, con un chiaro benestare incassato dall’assemblea, formerà una lista unica. «Non ci sarà un conflitto – ha assicurato il ministro Paolo Beltraminelli – Loro hanno un carattere più ambientalista, ma i principi sono simili ai nostri». Accompagnati da un frizzante sottofondo musicale, i candidati si sono riuniti per la presentazione ufficiale. «Siamo grandi sarti e impresari – ha esordito Angelo Jelmini – Sarti per cucire in modo sapiente le posizioni in città, impresari perché sappiamo costruire mattone per mattone tante situazioni positive». È poi toccato via via a Giovanni Albertini («è un grande onore per me rappresentare Generazione Giovani»), Sara Beretta Piccoli («grazie a tutti voi per avermi permesso di essere qui: ero una semplice casalinga e ora posso fare qualcosa per tutti»), Benedetta Bianchetti («per me è una nuova sfida, darò il massimo»), Federica Colombo Mattei («sono più tecnica che politica, e spero di rendermi utile con le mie competenze e conoscenze»), Michele Malfanti («è bello avere la fiducia di tutti voi, spero che il mio punto di vista alternativo serva a far progredire») e Franco Marinotti («sono contento di far parte di questa magnifica squadra»). Queste dunque le scelte della Commissione cerca coordinata da Lorenzo Jelmini e composta da Christian Barelli, Claudio Bignasca, Roberto Boldini, Rolf Endriss, Giovanni Pedrozzi, Simonetta Perucchi Borsa, Pedro Rodriguez Anton e, come consulente, Paolo Beltraminelli. «Abbiamo raggiunto l’obiettivo di affiancare ad Angelo Jelmini una serie di persone altrettanto valide – ha spiegato Lorenzo Jelmini – onore a loro per aver accettato il municipale uscente come capolista».

««« back to home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.